Secondo la MTC (Medicina Tradizionale Cinese), medicina convenzionale che costituisce il più antico sistema medico, al primissimo posto tra le “erbe degli dei”, addirittura superiore all’azione del ginseng, è il Ganoderma lucidum o conosciuto anche con il nome giapponese di Reishi.

Il Ganoderma lucidum è un fungo appartenente all’ordine delle Polyporales, in cinese tradotto con Ling Zhi (scritto anche: Ling Zhih o Ling Chihj), cioè “fungo divino dell’immortalità” o semplicemente “fungo miracoloso”. È molto raro, tanto che soltanto in pochi l’hanno visto in natura ed è pertanto molto difficile trovarlo casualmente. Tra i monaci taoisti il Ling Zhi veniva usato come talismano ed era segno di un buon Qi (energia che risiede nel nostro corpo), veniva usato quotidianamente dagli imperatori cinesi ed è tuttora usato dalla classe nobile; si presume che sia questo il motivo per cui le persone che fanno parte della nobiltà cinese godano di grande salute e siano molto longevi.

Il Reishi è di aspetto lucido-laccato, di colore rosso, la cui forma ricorda quella del rene. Secondo il taoismo, il rene è la parte del corpo in cui risiede la nostra energia vitale (Qi) e la forma di questo fungo, molto simile a questa parte anatomica del nostro corpo, indurrebbe a credere che il Ganoderma lucidum è in grado di preservare l’energia vitale e far vivere le persone più a lungo. Non a caso si attribuì ad esso l’appellativo di “fungo dell’immortalità” o “fungo dei saggi”.

In Europa e in Cina cresce come parassita su querce e castagni, ma anche su latifoglie o conifere, mentre nei paesi tropicali si riportano casi di sviluppo sulla palma da cocco e sulla palma areca. Sono state messe a punto tecniche colturali, particolarmente in Giappone negli anni ’70, che utilizzano substrati legnosi come supporto dei funghi (corpi fruttiferi o carpòfori), che in questo caso si comportano da saprofiti, poiché non si sviluppano a spese di un organismo vivo, come l’albero, ma su legno già parzialmente marcescente.

L’alto contenuto di sostanze bioattive, soprattutto polisaccaridi, permette di dare supporto a svariati casi patologici ed è per questo considerato uno dei migliori composti adattogeni presenti in natura. La presenza in abbondanza di sali minerali permette di mantenere in forze l’organismo e di reintegrare queste sostanze che molto spesso sono perse durante il giorno a causa dei ritmi frenetici che la nostra società ci impone. In Cina è consuetudine preparare dei decotti a base di tè e Reishi per migliorare la qualità del sonno e ridare nuovo vigore all’organismo durante la notte.

By Grey