Storia della sterlina d’oro

sterlina_originaleLa prima sterlina d’oro, conosciuta anche come Sovrana inglese, aveva inizialmente un peso di 240 grani ed era un 24 carati, i quali poi vennero ridotti a 22 dallo stesso Re Enrico VII, colui che nell’anno 1489 ne richieste la creazione. Su un lato era stato rappresentato il Re sul trono, sull’altro lato il simbolo della dinastia Tudor e la rosa. 

 

Il nome inglese era Gold Sovereign, cioè Sovrana inglese. Tale appellativo potrebbe avere più origini. Secondo alcuni era un modo per dimostrare, da parte di Enrico VII, la predominanza dell’Inghilterra su Spagna e Portogallo. Secondo altri invece il nome deriva dalla semplice presenza del volto del Re sulla sterlina d’oro.

 

La sterlina d’oro così come era stata creata venne coniata fino al 1603. Nel 1816 ripresero la sua produzione grazie alla legge del Great Recoinage, ma questa volta venne rappresenata l’immagine di San Giorgio che uccide un drago. Sul dritto l’immagine di Re Enrico VII non venne mai tolta.

 

Il motivo per cui il Governo britannico decise di produrre di nuovo la sterlina d’oro era quello di ristabilizzare la valuta inglese dopo le perdite economiche subite.