L’universo delle barriere di sicurezza targate Simi Sicurezza

BarriereSimi Sicurezza è la scelta giusta per quelle realtà della dimensione business che esigono di avere un’operatività duratura e priva di qualsiasi intoppo. In poco più di mezzo secolo, la società milanese ha vissuto un’evoluzione professionale che l’ha consolidata al vertice del settore safety; il merito di questo primato va soprattutto all’accurata analisi dei rischi presenti su qualsiasi macchina o impianto di produzione in linea, attraverso cui si semplifica e si agevola la costruzione di bacini industriali in grado di operare a pieno regime. Malgrado la crisi multilivello vista negli ultimi anni, Simi Sicurezza non ha compiuto alcun passo indietro e si è messa alla pari con le frontiere tecnologiche e normative del momento.

Per ciò che riguarda l’adeguamento delle cosidette macchine speciali, Simi Sicurezza è particolarmente ferrata sull’adeguamento del mescolatore. Ciò avviene realizzando una struttura a misura personalizzata, in profili di alluminio anodizzato dallo spessore bilanciato, verniciata con una passata di RAL 9005 allo scopo di migliorare la trasparenza nel tempo. Inoltre, viene applicata una barriera optoelettronica Sick (principale partner dell’azienda lombarda) che diminuisce l’ingresso accidentale degli arti superiori dell’operatore grazie all’ottimizzazione dei tempi di arresto. Il nuovo quadro di comando a corredo del tutto, poi, mostra delle novità prettamente funzionali create in base a quanto afferma la norma UNI En 60204-1.

Sempre per quanto riguarda le barriere di sicurezza, Simi Sicurezza produce barriere fotoelettriche e ottiche di assoluta qualità. Costituite da materiale ecocompatibile, la barriere di sicurezza sono importanti per la protezione totale dell’integrità di uomini e macchine coinvolti nelle attività industriali più disparate. Queste barriere, tra l’altro, sono degli efficaci dispositivi antinfortunistici ideali per la movimentazione continua, in entrata e in uscita, di elementi come pallettizzatori, depallettizzatori, celle robot e macchine avvolgitrici. Prerogative superlative, abili nell’esaltare la serenità di chi si reca sul posto di lavoro precedentemente assegnatogli.